fbpx
Per il Niballo arrivano 30mila euro dal Ministero

Per il Niballo arrivano 30mila euro dal Ministero

‘Il Niballo goes online’, progetto dell’Ufficio Palio al Fondo nazionale per la rievocazione storica si classifica settimo sui 179 presentati

L’impegno per la promozione del Niballo Palio di Faenza non si è fermato durante l’emergenza sanitaria che ha costretto tutti i grandi eventi, incluse le principali manifestazioni di rievocazione storica italiane, a uno stop prolungato per la mancanza di condizioni che garantissero lo svolgimento in sicurezza.

Nel corso del 2020 e dei primi mesi del 2021, l’Ufficio Palio del Settore cultura del Comune di Faenza ha candidato diversi progetti per lo sviluppo visual e digitale del Niballo a bandi nazionali e regionali dedicati alle rievocazioni storiche anche durante il periodo della pandemia e tenere alto il legame tra la manifestazione e la città. Dopo il progetto di archivio e mostre fotografiche e quello legato ai laboratori didattici nelle scuole, il progetto dell’Unione si è aggiudicato un contributo di 29.461,77 euro con il bando 2021 del Fondo nazionale per la Rievocazione storica del Mibact, classificandosi settimo su 179 elaborati proposti, un importante traguardo per Faenza e per il mondo Palio, specie in questo periodo storico non facile.

Obiettivo del progetto proposto dall’Ufficio palio, ‘Il Niballo goes online’ per supportare la realizzazione della manifestazione in anno Covid nel rispetto delle prescrizioni in tema di sicurezza sanitaria, affiancando alla fruizione della manifestazione allo Stadio un potenziamento del servizio online e delle dirette video sui canali ufficiali, di modo tale che la Giostra possa essere quindi accessibile a un più ampio pubblico. In tal modo la trasmissione della manifestazione da remoto si tradurrà non solo nella possibilità di raggiungere un pubblico eterogeneo, oltre i confini regionali, per far conoscere la manifestazione in contesti territoriali più ampi ma, anche con altre azioni collegate, consentirà di dare rilievo alla promozione turistica e culturale della città, ponendo le basi per creare un bacino di potenziali visitatori e pubblico per il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.